Centro di medicina del sonno

Per quanto si tratti di un campo di studi relativamente recente, la medicina del sonno consente oggi di trattare un insieme di problematiche che spesso hanno un forte impatto sulla salute e sulla qualità della vita dell’individuo.

Tra i disturbi del sonno (sono oltre 90 secondo la classificazione internazionale), quello maggiormente prevalente nella popolazione è la sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSA), causata dall’ostruzione – parziale (ipopnee) o completa (apnee) – delle vie aeree superiori.

È ormai confermato da tempo il rapporto causale tra questa sindrome e patologie come ipertensione arteriosa, malattia coronarica, scompenso cardiaco, fibrillazione atriale, stroke, diabete mellito tipo II, insufficienza renale e broncopneumopatia cronica ostruttiva. L’obesità e un indice di massa corporea elevato sono inoltre i più importanti fattori di rischio che predispongono all’OSA. Altri sono: una particolare conformazione del collo (corto e grosso), l’età avanzata, il sesso maschile, la menopausa, il russamento, l’eccesso di sonnolenza diurna e un sonno non riposante. Inoltre, se è accertato che l’OSA causa malattie cardiovascolari e metaboliche , è altrettanto noto che è molto frequente nei pazienti con malattie cardiovascolari (ipertensione arteriosa, aritmie come fibrillazione atriale, cardiopatia ischemica cronica, scompenso cardiaco, precedenti di ictus o TIA); ma anche con disordini metabolici (in particolare diabete mellito tipo 2) e con insufficienza renale cronica.

Per questi motivi, a Villa Igea è presente un Centro di Medicina del Sonno dedicato specificatamente all’individuazione e alla cura di questi disturbi, ed in particolare dell’OSA, attraverso un approccio multidisciplinare che coinvolge differenti specialisti del Gruppo. Nello specifico, lo staff del Centro è formato dai seguenti professionisti:

  • Marcello Bosi, pneumologo (responsabile del servizio);
  • Filippo Montevecchi, otorinolaringoiatra;
  • Walter Neri, neurologo;
  • Claudio Simoni, cardiologo;
  • Valeria Zaccheroni, endocrinologo e nutrizionista.

Ad una prima visita, che solitamente affianca ad un esame obiettivo un colloquio ipnologico, segue l’indicazione di accertamenti strumentali; i risultati di questi consentono allo specialista di procedere con indicazioni terapeutiche, consigli per un’adeguata igiene del sonno ed eventuali successivi controlli clinici.

Attività di ambulatorio

Presso il Centro di medicina del sonno a Villa Igea, l’utente viene preso in carico secondo un percorso che prevede una prima fase diagnostica, seguita da una terapeutica e da una di follow-up.

Per la diagnosi vengono di norma effettuate:

  • Visita specialistica pneumologica/ipnologica;
  • Poligrafia (Polisonnografia) notturna diagnostica, un esame non invasivo, eseguito di norma al domicilio del paziente durante il sonno e molto ben tollerato;
  • Valutazione otorinolaringoiatrica con endoscopia delle prime vie aeree.

In casi selezionati è necessario eseguire anche:

  • Test funzionali pneumologici: prove di funzionalità respiratoria ed emogasanalisi;
  • Valutazione neurologica;
  • Valutazione cardiologica, ECG ed altri accertamenti strumentali cardiologici;
  • Valutazione internistico/endocrinologica/nutrizionale.

Per quanto riguarda le terapie, oggi esistono possibilità efficaci per ogni livello di gravità dell’OSA, ma soprattutto è possibile proporle in modo personalizzato sulle necessità ed aspettative del paziente. Le opzioni terapeutiche, non raramente usate in modo associato o sequenziale, sono:

  • Terapia comportamentale con modifica degli stili di vita, terapia dietetica e counseling nutrizionale;
  • Terapia posizionale, con l’adozione di dispositivi atti a dissuadere dalla posizione supina;
  • Terapia ortodontica (utilizzo nel sonno di specifici byte per le apnee);
  • Utilizzo di piccoli e silenziosi ventilatori meccanici (Cpap);
  • Trattamenti chirurgici delle vie aeree superiori.

In tutti i casi, la terapia è seguita passo passo dal team di specialisti del Centro di Villa Igea con incontri di follow-up per verificare e tenere monitorati i risultati degli specifici interventi.



APPROFONDIMENTI

Le apnee ostruttive nel sonno

I disturbi nel sonno rappresentano un campo della medicina relativamente nuovo che si è iniziato a sviluppare sul piano clinico a partire dalla seconda metà degli Anni ’80 del secolo scorso.

continua

La poligrafia notturna e la polisonnografia

L’esame diagnostico delle apnee ostruttive del sonno avviene tramite la registrazione dei parametri cardiorespiratori ed elettroencefalografici durante il sonno stesso.

continua

Il trattamento dell’OSA e l’idoneità alla guida

Il trattamento della sindrome delle apnee ostruttive nel sonno è personalizzato in base a età dell’individuo, tipo di lavoro e altri fattori individuali.

continua


Copyrights © 2020 - Ospedali Privati Forli SpA - p.i. 00376360400