Approfondimento

Rezum

Si tratta di un intervento mininvasivo di ultima generazione eseguibile in regime di day surgery senza il ricorso ad anestesia generale per trattare la sintomatologia urinaria ostruttiva ed irritativa associata all’ipertrofia prostatica benigna.

L’introduzione di una sonda di pochi millimetri di diametro consente di iniettare, attraverso l’uretra, del vapore acqueo che interviene direttamente sulla prostata, riducendone il volume fin circa del 40% (in particolare nei pazienti che presentano un ingrossamento fino a 80 cc.) e permette, grazie all’effetto dell’energia termica, di raggiungere risultati ottimali che si confermano perlopiù duraturi.

Urologia femminile

L’ambulatorio di urologia femminile è dedicato alle donne interessate da incontinenza o urgenza urinaria ed episodi di cistite interstiziale o cistiti ricorrenti. In questo caso lo specialista urologo agisce in collaborazione con il ginecologo, approfondendo anatomia e funzionalità uro-genitali, ed anche con il proctologo.

L’approccio consiste nell’esame obiettivo a livello genitale e del piano perineale, valutando un eventuale prolasso di vescica, utero o retto. In taluni casi viene consigliato l’esame del sangue e/o delle urine e un approfondimento diagnostico con ecografia dell’addome ed esame urografico delle basse vie urinarie.

Diagnosi delle patologie prostatiche

La diagnosi per le patologie prostatiche viene affidata oggi principalmente all’ecografia che è in grado di individuare anomalie o alterazioni morfologiche sin dalle fasi più precoci. Accanto a questo, interviene la biopsia prostatica che permette una più accurata diagnosi: una significativa evoluzione in questo campo è data dall’utilizzo della risonanza magnetica multiparametrica in combinazione con un ecografo 3D.

Andrologia

Lo specialista andrologo interviene nella diagnosi e nel trattamento delle patologie a carico dell’apparato genitale maschile, come deficit erettivi, infertilità ma anche varicocele o idrocele e patologie peniene.

A lui si rivolgono anche utenti che stanno affrontando (o hanno ultimato) percorsi oncologici oppure che hanno effettuato trattamenti chirurgici alla prostata; per questi ultimi vengono elaborati programmi di riabilitazione funzionale per la gestione delle problematiche andrologiche post-operatorie.