Presentato il Bilancio sociale 2016: fatturato e investimenti in aumento

agosto 2, 2017

È stato presentato oggi il Bilancio sociale 2016 di Ospedali Privati Forlì, il Gruppo sanitario che gestisce le cliniche cittadine di Villa Serena e Villa Igea, nel quale sono riportati, nel dettaglio, attività e risultati dell’anno trascorso. I numeri del rapporto danno conto di una progressiva crescita della struttura, oggi importante punto di riferimento a livello regionale. In particolare, nel 2016 il fatturato si è attestato sui 30.261.814 Euro, in aumento del 2% rispetto al 2015 (+8% sul 2014). Questo anche per effetto dell’incremento della spesa sanitaria privata che ha toccato quota 7,3 milioni nel 2016. In crescita anche il Valore aggiunto generato, pari a 19.843.166 Euro, il quale ha contribuito a sostenere anche autofinanziamento e investimenti.

È proprio sotto questo aspetto che Ospedali Privati Forlì mostra di continuare la propria espansione, con ben 2,7 milioni di Euro investiti (+320% rispetto al 2015). Fondi riservati non solo all’acquisto di impianti e macchinari, come richiede un’organizzazione sanitaria all’avanguardia, ma anche all’acquisizione di nuove strutture come Villa delle Orchidee a Forlì: insieme a quella (effettuata a marzo 2017) del Centro Medico Cervia, il poliambulatorio specialistico con sede a Montaletto di Cervia, l’operazione contribuisce a delineare un polo sanitario privato romagnolo.

Nel 2016 l’attività del Gruppo ha fatto registrare 168.810 prestazioni specialistiche (sono oltre 500 le tipologie disponibili nel complesso nelle due cliniche), 6.289 interventi chirurgici e 9.113 ricoveri per un totale di 41.416 giornate di degenza; le prestazioni ambulatoriali hanno riguardato soprattutto la Radiodiagnostica (41.218), mentre tra gli interventi è stato il servizio di Oculistica (2.798) quello più richiesto dagli utenti. Numeri importanti che hanno necessitato di un ampliamento dello staff del Gruppo, arricchitosi anche con l’arrivo di una decina di nuovi medici di esperienza. Si confermano, tra le eccellenze del Gruppo, il reparto di Ortopedia (17.307 prestazioni erogate, all’interno del quale spiccano alcune “super-specialità” come la chirurgia della spalla, della mano e del piede e la protesica), il Centro di Obesità e Nutrizione Clinica (7.081) e l’Unità di Oculistica (24.054). Professionisti di qualità uniti a servizi di prim’ordine che hanno riscosso il gradimento degli utenti: l’annuale indagine di soddisfazione ha infatti espresso un indice medio del 93%.

Il percorso di sviluppo di Ospedali Privati Forlì prosegue anche nel 2017 con nuovi progetti, in particolare nell’ambito socio-sanitario: è il caso di Casa Serena e Dimissione Serena, grazie ai quali si realizza la completa presa in carico dell’utente, con prestazioni a domicilio e trasporto da e per la struttura sanitaria. Va avanti, inoltre, il programma di digitalizzazione avviato in questi anni e che, dopo il servizio di prenotazione online attivato in collaborazione con le farmacie del territorio ed il sistema di segnaletica digitale introdotto nelle cliniche, vedrà finalmente quest’anno la possibilità per tutti di accedere alle prestazioni via web e la realizzazione della cartella clinica informatizzata, compreso il ritiro dei referti in modalità online. Proprio in queste settimane, inoltre, si stanno potenziando le unità di Endoscopia, con l’acquisizione nuovi macchinari e la disponibilità di ulteriori spazi a Villa Serena e di Proctologia: in entrambi i casi si tratta di percorsi specifici e di trattamenti mini-invasivi sia in ambito diagnostico di prevenzione, che terapeutico, in particolare per i disturbi dell’apparato digerente, in sensibile aumento nella popolazione. Nuove attrezzature sono state messe a disposizione dell’attività chirurgica, così come è stato potenziato il blocco operatorio di Villa Igea.

Il pronto intervento ortopedico, infine, istituito a primavera, permette ai pazienti alle prese con traumi, infortuni sportivi e dolori cronici di accedere ad un primo rapido consulto e a prestazioni di urgenza da parte degli specialisti di ortopedia e riabilitazione funzionale delle cliniche (oltre un centinaio gli utenti nei primi mesi di attività).

La novità principale del 2017 riguarda, naturalmente, Villa delle Orchidee, acquisita a dicembre scorso e la cui apertura è prevista in autunno. La struttura, inattiva da più di quattro anni, con una superficie totale interna di 1.000 mq, divisi su tre livelli, diventerà un punto di riferimento per i servizi di Fisioterapia, Procreazione Medico Assistita e Area Donna, oltre a Chirurgia plastica ed estetica. Nel complesso, saranno 7 gli ambulatori a disposizione degli utenti, 8 i box per la Fisioterapia, oltre a 2 palestre e a una piscina per la riabilitazione; oltre 20 i professionisti che vi presteranno servizio, tra medici e infermieri.

Un investimento che si è rivelato necessario per sostenere l’ampliamento dei servizi del Gruppo e per innalzarne ulteriormente la qualità; esso determinerà anche importanti ricadute sotto il profilo occupazionale e urbanistico, andando a recuperare un’area della città attualmente inutilizzata per riportarla alla sua funzione originaria. La collocazione strategica all’interno dell’asse cittadino ne fa una struttura in grado di richiamare utenti dall’intero territorio romagnolo.

“Villa delle Orchidee vuole avere un’identità ben precisa all’interno del Gruppo –afferma Stefano Foschi, direttore amministrativo Ospedali Privati Forlì-. Sarà un polo di ultima generazione di professionisti per la salute della donna, in cui si effettueranno prestazioni ambulatoriali, anche chirurgiche. L’area di degenza rimarrà a Villa Serena e Villa Igea, mentre la presenza di ambienti attrezzati per la terapia funzionale, fanno di Villa delle Orchidee la sede ideale per le attività di fisioterapia e riabilitazione fisica che completano i programmi di recupero funzionale definiti dai nostri medici e tecnici”.